Bruxelles cambia il mutuo. In meglio?

Mutui? Ora si chiamano "Crediti Immobiliari". Il Decreto che introduce in Italia la cosiddetta “Mortgage Credit Directive”, riserva molte novità. L'obiettivo numero uno è la tutela del consumatore attraverso una maggiore trasparenza. Ma potrebbe cambiare profondamente lo scenario, rendendo (forse) ancora più difficile e oneroso ottenere un finanziamento per la casa. Ecco perché
di: Francesca Tedeschi Di Dario
16 Novembre 2016
Condividi


» Vai allo speciale



Obiettivo numero uno: la tutela del consumatore attraverso una maggiore trasparenza. Il Decreto legislativo 72/16, è apparso in Gazzetta Ufficiale nel maggio scorso ed è entrato in vigore dal primo luglio 2016. Recepisce la Direttiva europea 2014/17/UE ovvero la cosiddetta “Mortgage Credit Directive” e introduce numerose novità che potrebbero cambiare completamente lo scenario del mercato immobiliare, rendendo (forse) ancora più difficile e oneroso ottenere un finanziamento per la casa.

L’iter è stato lungo. Le proposte di cambiamento sostanziose. Dal primo novembre, e ancor di più dal 2017 le scelte dei regolatori europei in tema di mutui casa accolte - pur con qualche variazione - dal Decreto legislativo 72/2016 potrebbero influenzare il corso della ripresa del mercato immobiliare, la disponibilità di credito per i mutuatari e la misura in cui i creditori sono disposti ad assumere nuovi rischi. Non solo. Cambierà anche il panorama dei distributori di mutui e prestiti, prima fra tutti le banche.

Inoltre, il mutuo ha anche cambiato il nome. il “credito immobiliare ai consumatori” (questa la nuova denominazione) viene regolamentato in modo stringente, con l’obiettivo di garantire una completa, per quanto possibile, trasparenza contrattuale. Per farlo, amplia notevolmente l’informazione da fornire al consumatore in modo che questi possa fare “scelte consapevoli”, quindi, essere maggiormente responsabilizzato.

Cos’è cambiato veramente allora?


» Continua a leggere

© Of-Osservatorio finanziario - riproduzione riservata






Scenari Immobiliari il forum 2017