logo-mini
OF News - OF Osservatorio Finanziario

SOMMARIO

Come pagare a rate gli acquisti di una carta di credito? Oltre alla classica forma del revolving stanno nascendo soluzioni ibride per dilazionare nel tempo anche il rimborso di un singolo acquisto. Il tutto sfruttando le nuove tecnologie, ad esempio scegliendo l’opzione di rimborso da app e Internet banking. OF Osservatorio finanziario ha analizzato alcune delle carte delle principali banche e finanziarie, incluse le ultimissime lanciate sul mercato. Ecco quanto costano e come consentono di rateizzare

Leggi Anche:

Carte à la carte

Gli acquisti con le carte di credito si tornano a pagare a rate. Sul mercato, infatti, sta aumentando il numero di prodotti che consentono di effettuare acquisti da dilazionare nel tempo. Non si tratta, però, più solo della tradizionale forma del revolving cioè di un anticipo di credito (solitamente fino a 5.000 euro), che il cliente rimborsa mensilmente a un tasso di interesse concordato.
Ma anche di nuove formule ibride che rateizzano il pagamento di un singolo acquisto, magari ingente, oppure di tutte le spese effettuate nel mese.

A giocare un ruolo importante sono le nuove tecnologie. Il cliente può infatti scegliere come impostare il rimborso in vari modi. Via app o Internet banking, ad esempio. Oppure via display del Pos del negoziante. Ma non basta. Si può scegliere la formula preferita da un Bancomat evoluto. Oppure, infine, chiamando il servizio clienti via telefono. Senza dimenticare la filiale.

Ovviamente bisogna tenere in considerazione che trattandosi di un finanziamento il cliente è tenuto a ripagare il debito con gli interessi e in questo caso si tratta di tassi elevati perché si ha a che fare con crediti meno sicuri per le banche rispetto ad altre soluzioni come i prestiti personali.

Ecco alcuni esempi di carte di credito delle principali banche e finanziarie analizzati da OF Osservatorio finanziario nel DB Prodotti Bancari.

L’ultima novità arriva da UBI Banca, che a marzo 2017 ha presentato le carte di credito Hybrid. Se opta per la rateizzazione, il cliente può scegliere in autonomia il numero di rate mensili (3-5-10-15-20-25) per acquisti da 250 a 5.000 euro e può cambiare questa opzione fino al penultimo giorno lavorativo del mese. Ad esempio, un viaggio da 1.200 euro può essere ripagato in 10 rate mensili da 128 euro, con Tan 0% e Taeg del 15,21%.

Le carte sono disponibili nelle versioni Classic e Gold e anche in quelle brandizzate Juventus e NBA e operano sui circuiti Mastercard o Visa. La quota annuale per la versione di base è di 36 euro, 26 per quella aggiuntiva, a cui si devono sommare 10 euro per l’emissione. Il plafond mensile va da un minimo di 1.000 a un massimo di 7.000 euro. La commissione per anticipo contante è del 4% con un minimo di 3 euro e in caso di valuta estera è prevista una maggiorazione dell'1,75%.

Tra i servizi aggiuntivi c’è la "Funzione Box" per modificare, a scelta del cliente, il massimale. Il servizio "RePower", a un costo di 10 euro, permette al titolare di ricostituire il totale del plafond concessogli effettuando un rimborso anticipato degli importi spesi nel mese in modo da poter tornare ad avere la disponibilità massima.
Inoltre, con una spesa di 5 euro è possibile anche modificare il Pin (la prima richiesta è gratuita).

---- UniCredit punta invece da tempo sulla UniCreditCard Flexia, che prevede 3 diverse modalità di rimborso: a saldo, rateizzazione e revolving che il cliente sceglie (fino all’ultimo giorno lavorativo del mese) in filiale, da Internet banking, via app, chiamando il servizio clienti o recandosi a un Bancomat evoluto BancoSmart.

Se si opta per la rateizzazione si può optare per il rimborso a rate di un singolo acquisto, di più acquisti o di tutti quelli effettuati nel mese in modalità a saldo, per un importo compreso tra 250 e 5.000 euro, da restituire in 3-6-10-12-15-20 rate mensili.
Ad esempio, acquisti per 4.000 euro possono essere rimborsati in 10 rate mensili da 415 euro con Tan del 9,93% e Taeg del 10,40%.

La modalità revolving permette di ripagare tutte le spese effettuate nel mese in rate mensili minime di 50 euro con tasso di interesse fisso del 13,90%. In questo caso ogni rata rimborsata va a ripristinare il plafond della carta pere effettuare gli acquisti successivi.

La carta ha un canone annuo di 38 euro, 28 per quella familiare aggiuntiva. Per i prelievi è prevista una commissione del 4% con un minimo di 2,50 euro a cui si aggiunge l’1,75% in caso di prelievo in valuta diversa dall’euro.
Tra i servizi c’è “Cambio Pin”: per personalizzare il codice della carta da Bancomat e chioschi multifunzione al costo di 1 euro, con primo cambio gratuito.

Chi sceglie la carta di credito BancoPosta Classica può cambiare, telefonicamente, il rimborso dalla modalità a saldo a quella rateale. Due le possibilità: rimborsare minimo di 50 euro per debiti fino a 900 euro o un 1/18 del saldo per importi superiori oppure restituire una somma a scelta, ma sempre con un minimo di 50 euro. Il Tan applicato è del 13,92%.

La carta principale costa 37 euro e quella aggiuntiva 25 euro, con un fido iniziale di 1.600 euro. Ai prelievi è applicata una commissione del 4% a cui si aggiunge l’1,75% per operazioni in valuta diversa dall’euro.

La versione BancoPosta Più, invece, permette di rimborsare a rate uno o più acquisti effettuati con la carta, in 6-12-18-24 mesi, a seconda degli importi (minimo 180 euro). Per un limite di utilizzo pari a 2.600 euro con restituzione in 12 mesi il Tan è 0% mentre il Taeg del 17,30% mentre per fido di 3.600 euro il Taeg è del 15,65%.
Il costo annuale è di 37 euro (6 euro per l’aggiuntiva) e applica le stesse condizioni per i prelievi della versione Classica.

Si chiama BNL Credit, invece, la proposta di BNL-BNP Paribas creata in collaborazione con Findomestic che consente fino a 5.000 euro di credito mensile. Il costo è di 19 euro l’anno, con primi 12 mesi gratuiti. L’esempio riportato, per un plafond di 3.000 euro e un utilizzo in un’unica soluzione di 2.000 euro, prevede un Tan del 16,92% e un Taeg del 22,24%.

Tra i servizi c’è “Soldi in conto” per trasferire una somma di denaro, nei limiti del plafond disponibile, dalla carta al conto corrente.

---- Deutsche Bank propone la carta di credit revolving db Comfort, con un fido minimo di 2.000 euro. Per rimborsare gli acquisti il cliente può scegliere il pagamento di una rata mensile minima di 50 euro per spese fino a 1.200 euro oppure pari a 1/24 del saldo se superiori.
L’esempio riportato, per un credito di 2.000 euro fornito per un anno, prevede un Tan del 9,90% e un Taeg dell’11,89%.

La quota della carta è gratuita per il primo anno e resta a zero anche per i successivi se nel corso del mese sono state effettuate spese pari almeno a 200 euro, in caso contrario è di 10 euro. Con Fineco Card Credit di Fineco si può attivare gratuitamente l’opzione revolving con un importo minimo della rata di 80 euro. Per un capitale di 1.600 euro è ad esempio previsto un Tan fisso del 13,90% e un Taeg del 14,94% per rate mensili da 100 euro.
Il canone annuo è di 19,95 euro ma chi la utilizza in modalità revolving riceve un riaccredito della quota annuale in relazione ai mesi in cui è stato attivato questo rimborso per un importo di almeno 100 euro.

La banca mette a disposizione anche Carta Extra che offre un finanziamento iniziale di 2.000 euro per rimborsare ratealmente le spese. In questo caso, il rimborso in 24 rate mensili da 95 euro prevede un Tan del 9,95% e un Taeg del 10,525%.

Tra le finanziarie, invece, Agos ha da poco lanciato Cartattiva Plus, carta di credito richiedibile anche online che può essere utilizzata a saldo o a rate. La tipologia di rimborso viene scelta dal cliente ad ogni acquisto direttamente dal display del Pos su cui sta effettuando il pagamento. Tra i servizi inclusi c'è Netsafe per escludere del tutto il funzionamento della carta su Internet, o di limitare il numero massimo o l’importo degli acquisti effettuabili.

Per il rimborso rateale viene riportato un esempio di spesa da 1.500 euro da rimborsare in rate mensili da 45 euro con Tan fisso del 16,50% e Taeg del 20,44%.

Alla carta è associata una promozione di benvenuto che regala 30 euro di riaccredito se entro 30 giorni dall'attivazione sono stati effettuati acquisti per almeno 150 euro.

© Of-Osservatorio finanziario – riproduzione riservata


Il nostro network

Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Vai al sito

Visita il sito