Carte à la carte

Come pagare a rate gli acquisti di una carta di credito? Oltre alla classica forma del revolving stanno nascendo soluzioni ibride per dilazionare nel tempo anche il rimborso di un singolo acquisto. Il tutto sfruttando le nuove tecnologie, ad esempio scegliendo l’opzione di rimborso da app e Internet banking. OF Osservatorio finanziario ha analizzato alcune delle carte delle principali banche e finanziarie, incluse le ultimissime lanciate sul mercato. Ecco quanto costano e come consentono di rateizzare
di: Eleonora Riva
3 Aprile 2017
Condividi

Gli acquisti con le carte di credito si tornano a pagare a rate. Sul mercato, infatti, sta aumentando il numero di prodotti che consentono di effettuare acquisti da dilazionare nel tempo. Non si tratta, però, più solo della tradizionale forma del revolving cioè di un anticipo di credito (solitamente fino a 5.000 euro), che il cliente rimborsa mensilmente a un tasso di interesse concordato.
Ma anche di nuove formule ibride che rateizzano il pagamento di un singolo acquisto, magari ingente, oppure di tutte le spese effettuate nel mese.

A giocare un ruolo importante sono le nuove tecnologie. Il cliente può infatti scegliere come impostare il rimborso in vari modi. Via app o Internet banking, ad esempio. Oppure via display del Pos del negoziante. Ma non basta. Si può scegliere la formula preferita da un Bancomat evoluto. Oppure, infine, chiamando il servizio clienti via telefono. Senza dimenticare la filiale.

Ovviamente bisogna tenere in considerazione che trattandosi di un finanziamento il cliente è tenuto a ripagare il debito con gli interessi e in questo caso si tratta di tassi elevati perché si ha a che fare con crediti meno sicuri per le banche rispetto ad altre soluzioni come i prestiti personali.

Ecco alcuni esempi di carte di credito delle principali banche e finanziarie analizzati da OF Osservatorio finanziario nel DB Prodotti Bancari.

L’ultima novità arriva da UBI Banca, che a marzo 2017 ha presentato le carte di credito Hybrid. Se opta per la rateizzazione, il cliente può scegliere in autonomia il numero di rate mensili (3-5-10-15-20-25) per acquisti da 250 a 5.000 euro e può cambiare questa opzione fino al penultimo giorno lavorativo del mese. Ad esempio, un viaggio da 1.200 euro può essere ripagato in 10 rate mensili da 128 euro, con Tan 0% e Taeg del 15,21%.

Le carte sono disponibili nelle versioni Classic e Gold e anche in quelle brandizzate Juventus e NBA e operano sui circuiti Mastercard o Visa. La quota annuale per la versione di base è di 36 euro, 26 per quella aggiuntiva, a cui si devono sommare 10 euro per l’emissione. Il plafond mensile va da un minimo di 1.000 a un massimo di 7.000 euro. La commissione per anticipo contante è del 4% con un minimo di 3 euro e in caso di valuta estera è prevista una maggiorazione dell'1,75%.

Tra i servizi aggiuntivi c’è la "Funzione Box" per modificare, a scelta del cliente, il massimale. Il servizio "RePower", a un costo di 10 euro, permette al titolare di ricostituire il totale del plafond concessogli effettuando un rimborso anticipato degli importi spesi nel mese in modo da poter tornare ad avere la disponibilità massima.
Inoltre, con una spesa di 5 euro è possibile anche modificare il Pin (la prima richiesta è gratuita).

Pagine: 1 2 3 Avanti





Scenari Immobiliari il forum 2017