logo-mini
2018: I 10 Paesi da sognare (prima parte) OF OSSERVATORIO FINANZIARIO

SOMMARIO

Dal Cile alla Corea del Sud, dal Portogallo al Gibuti, fino alla Cina e a Mauritius. Sono alcune delle tappe imperdibili per il 2018, presenti nell’annuale classifica “Best in Travel 2018” redatta dagli esperti di Lonely Planet. OF Travel svela quali itinerari percorrere, quando programmare un viaggio, cosa visitare

2018: I 10 Paesi da sognare (prima parte)

» Vai allo speciale con foto e video

Il Cile, che nel 2018 festeggerà i 200 anni della sua indipendenza. La Corea del Sud, dove il prossimo febbraio si svolgeranno le Olimpiadi invernali. Il Portogallo, che si è conquistato nuova visibilità come centro artistico, culturale e culinario. Sono i primi tre Paesi consigliati per programmarvi un viaggio nel 2018 da Lonely Planet, che anche quest’anno ha pubblicato il suo “Best in Travel”, volume che racchiude le migliori località - Paesi, regioni e città - da visitare nel corso dell’anno alle porte. Gli esperti forniscono informazioni generali, consigli sugli itinerari da percorrere e su quando programmare il viaggio, sottolineano le esperienze imperdibili in loco. OfTravel ha selezionato le informazioni più utili e le particolarità più interessanti raccolte nelle pagine di Best in Travel 2018. Ecco le prime 5 destinazioni.

Cile


Il Cile, con la capitale Santiago sempre più trendy, la bohémienne Valparaìso e il Parque Nacional Torres del Paine, festeggerà nel 2018 i 200 anni dell’indipendenza del Paese. Il principale aeroporto internazionale è servito da un numero sempre maggiore di collegamenti con Europa, Australia ed Asia, elemento che renderà più facile programmarvi un viaggio. Esperienze imperdibili secondo Lonely Planet sono i cinque giorni di trekking nel Parco della Patagonia, magari in versione “chic” (con vitto e alloggio nei refugios), una visita ai moai dell’Isola di Pasqua e una all’oasi di San Pedro de Atacama, con le sue lagune piene di fenicotteri, le incisioni rupestri, i vulcani fumanti e i campi di geyser ad alta quota nel deserto più arido del mondo. Da mettere in conto naturalmente qualche giorno a Santiago, nuova meta gourmet grazie alla presenza negli ultimi anni di numerosi chef che hanno reinventato la cucina cilena, e fiorente sul lato artistico e culturale. Meritano una tappa anche la romantica città costiera di Valparaìso (dove visitare la casa di Pablo Neruda) e i vigneti della Valle de Casablanca (a partire dalla storica azienda Casa Silva). Da pianificare, infine, una gita in barca tra i fiordi del Parque Nacional Laguna San Rafael per osservare da vicino l’omonimo ghiacciaio.

Quando andare. Il Cile centrale si può visitare tutto l’anno ma in inverno si concentrano intense precipitazioni. Il periodo migliore per andare in Patagonia va da novembre a marzo poiché molti sentieri di trekking ed esercizi commerciali chiudono fuori stagione, mentre nel deserto di Atacama il clima non varia molto da un mese all’altro.

» Continua a leggere

Leggi Anche:


Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Vai al sito

Visita il sito