logo-mini
Conti di deposito e linee vincolate. Ecco quanto rende la li... OF OSSERVATORIO FINANZIARIO

SOMMARIO

Sono 51 le offerte che superano l’1%, con in media un tasso lordo dell’1,68%. Un anno fa, invece, erano 32 e rendevano in media l’1,52%. Sono sempre stati tra gli strumenti di risparmio preferiti dagli italiani. Grazie alla loro sicurezza e alla certezza del rendimento. E ora l’offerta dei conti di deposito riprende a crescere, e si può arrivare a spuntare fino al 3%. Soprattutto se al deposito si collegano anche altri prodotti. Ecco le migliore offerte del momento

Conti di deposito e linee vincolate. Ecco quanto rende la liquidità

I depositi tornano ad essere al centro delle strategie delle banche per la raccolta di liquidità dai clienti. Si rileva, infatti, un aumento delle offerte su questi prodotti e i tassi sono spesso più elevati di quanto proposto un anno fa. Gli istituti di credito, a fronte di una difficoltà nel reperimento di liquidità da altri strumenti, tornano così a puntare su un prodotto da sempre scelto dagli italiani per la certezza del rendimento e la sicurezza. E che ancora, nonostante l’offerta non raggiunga i livelli vantaggiosi di qualche anno fa, è in grado spesso di “battere” l’inflazione e mantenere allo stesso tempo liquidi i capitali, in attesa di tempi migliori per investimenti di diverso tipo. Dall’analisi mensile di OF Osservatorio finanziario all’interno del suo DB Prodotti Bancari emerge che attualmente sono 51 le offerte che superano l’1%, con in media un tasso lordo dell’1,68%. Un anno fa, invece, le proposte erano 32 e rendevano in media l’1,52%. Un lento aumento che si riscontra dal 2015 (quando in media si ottenere l’1,20%) dopo il boom dei depositi nel 2014, quando la media dei rendimenti lordi era del 2,15%.

Tassi più elevati rispetto allo standard, si ottengono quando al deposito sono associati altre offerte, come prodotti di risparmio gestito, polizze unit linked, PAC e accredito dello stipendio oppure della pensione. E ancora, come nel caso di FCA Bank, lo si abbina a un finanziamento sull’auto. Un modo, per l’istituto di credito, di fidelizzare maggiormente il cliente e proporre un numero più consistente di prodotti e servizi.

In linea generale le condizioni migliori sono destinate a chi trasferisce la liquidità da altre banche o apporta nuove somme. E sono soprattutto le banche online e quelle territoriali a proporre le offerte migliori. Mentre sono poche, invece, quelle che arrivano dalle banche più grandi e tradizionali. Intesa Sanpaolo ha in catalogo solo l’offerta di Banca 5, la sua banca di prossimità che fa leva sulla rete di tabaccherie. UniCredit propone un certificato di deposito da richiedere via Internet banking, Money Box CD, ma con un tasso che attualmente è dello 0,10% a 24 mesi. Poste Italiane, che in precedenza proponeva una linea vincolata da collegare al conto, torna adesso a puntare tutto su libretti e buoni. BNL-BNP Paribas non ha in catalogo nessuna offerta. Fa eccezione Monte dei Paschi di Siena che ha in catalogo una vasta gamma di conti di deposito: tra cui quello per i nuovi clienti che vincolano più di 100.000 euro, quelli per private e pensionati, o da sottoscrivere esclusivamente via Internet banking e alcune soluzioni con tassi crescenti. Mentre alcuni istituti preferiscono puntare su soluzioni legate al trasferimento di titoli, fondi e liquidità da altre banche, da reinvestire in diverse forme di investimento.

Ecco le offerte del momento.

Le migliori offerte a partire dal 2%

Sul totale delle 51 offerte presenti nel DB Prodotti Bancari, sono 3 quelle che consentono di spuntare un tasso lordo del 3%.
ING aveva all’attivo una promozione che offriva il 3%, per un vincolo a 4 mesi, in caso di contestuale accredito dello stipendio o della pensione su Conto Corrente Arancio. Ma tutte le operazioni con nuovi clienti sono state bloccate dalla Banca d’Italia a causa di “carenze nel rispetto della normativa anti riciclaggio”. Si attende, quindi, di sapere quando la banca online riuscirà a ripartire con le nuove acquisizioni.

Monte dei Paschi di Siena lo propone su Conto Italiano di Deposito Cedola Crescente Plus, a patto che le somme siano vincolate fino a 60 mesi, per un investimento minimo di 1.000 euro. Ed esclusivamente a nuovi e già clienti che apportano nuova liquidità o hanno una variazione patrimoniale almeno pari all'ammontare del deposito.
Stessa durata e stesso tasso anche per rendimax Family TOP di Banca IFIS. Si possono vincolare da 1.000 a 3 milioni di euro e la liquidazione è posticipata alla fine del trimestre. Se, invece, si opta per un vincolo a 48 mesi il tasso lordo è del 2,50% mentre a 36 mesi del 2,25% e a 24 mesi del 2%.

Si ottiene il 2,80% a 60 mesi con l’offerta Step Up a tassi crescenti ogni semestre di Banca Popolare di Bari mentre a 48 mesi il rendimento è del 2,30%.
Ma se si preferisce una durata più breve e si hanno a disposizione nuove somme da vincolare, tra i 5.000 e i 500.000 euro, è in offerta fino a fine marzo la soluzione che arriva a rendere fino al 2,50% tra i 15 e i 18 mesi.

Anche con Conto Esagon di Credito Fondiario è possibile arrivare ad ottenere un rendimento dal 2% in su. Il conto di deposito online, con importi minimo vincolato di 10.000 euro, offre il 2,50% a 7 anni – il vincolo più lungo tra tutti i depositi analizzati – il 2,25% a 6 anni e il 2% a 5 anni.

Offrono il 2% anche Unipol Banca, Carige e FCA Bank. Nel caso di Unipol Banca la Promo Time Deposit, valida fino a fine marzo 2019, è valida solo per quei clienti che insieme al deposito viene sottoscritto un fondo di investimento di almeno 5.000 euro. E il rendimento lordo del 2% viene garantito su una durata di 4 mesi.
Carige offre questo tasso solo ai nuovi clienti che collegano la linea vincolata RendiOltre a 6 mesi a un conto corrente della banca, con un versamento minimo di 5.000 euro e massimo di 100.000 euro.
Mentre FCA Bank, sempre fino alla fine di marzo, lo garantisce sul deposito Tempo + a quei clienti che hanno sottoscritto un contratto di finanziamento auto o di leasing con la società.

Le altre promozioni fino a 12 mesi

Diverse sono anche le soluzioni per chi non vuole vincolare le somme troppo a lungo. Widiba riconosce per richieste entro il 30 aprile 2019 un tasso dell'1,80% a 6 mesi. Per ottenerlo è necessario attivare un nuovo conto online, accreditare lo stipendio o la pensione e attivare la linea vincolata dedicata con un minimo di 3.000 euro. In questo modo il nuovo cliente ottiene anche un buono Amazon da 100 euro.
È richiedibile solo da Internet banking, e anche in questo caso rende l’1,80% il Time Deposit Web di Banca Popolare di Bari, valido per investimenti da 1.000 a 150.000 euro.

Di poco inferiore l’offerta di Credem denominata Deposito Più Listino Carpe Diem. L’1,75% a 3 mesi si ottiene, entro il 29 marzo 2019, se oltre al deposito da aprire apportando nuova liquidità si sottoscrive anche un prodotto di risparmio gestito o una unit linked. A 6 mesi, invece, il tasso è dell’1,25%.

Si attestano all’1% per somme vincolate a 12 mesi, le offerte di Banca 5 del Gruppo Intesa Sanpaolo (valida fino al 31 marzo 2019) e di Crédit Agricole con CresciDeposito Più da richiedere esclusivamente via Internet banking.

Tre, infine, le soluzioni di conto di deposito libero. Chi richiede rendimax Like di Banca IFIS entro il 31 marzo 2019 ottiene l’1,50%, che viene garantito sulle somme libere fino alla fine di marzo 2020. Somme che però per essere realmente disponibili per il cliente devono essere “prenotate” 33 giorni prima. Il deposito online Conto Progetto di Banca Progetto fino al 30 giugno 2019 offre l’1,20% per poi passare all’1%. E l’1% viene garantito anche da FCA Bank per sottoscrizioni online entro la fine del mese.

© OF Osservatorio Finanziario – riproduzione riservata

Forum Scenari Immobiliari 2019

Leggi Anche:


Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Leggi Privacy Policy.

Visita il sito