logo-mini
Back to school 2019. I prestiti per affrontare gli studi OF OSSERVATORIO FINANZIARIO

SOMMARIO

Con BPER Banca libri e pc si pagano a rate con tasso zero. Con UBI Banca la soluzione per ragazzi fino a 25 anni ha Tan del 2,90%. Intesa Sanpaolo e BNL BNP Paribas hanno offerte per gli universitari: nel primo caso con “per Merito” si accede a una linea di fido al 2%; mentre con “BNL Futuriamo” i percorsi post laura possono essere finanziati per importi fino a 50.000 euro con Tan del 2,99%. Ecco tutte le proposte

Back to school 2019. I prestiti per affrontare gli studi

L’inizio del nuovo anno scolastico si sta avvicinando. E per affrontarlo le banche propongono diverse soluzioni per dilazionare in rate mensili le spese per provvedere all’acquisto del materiale scolastico o per far fronte al pagamento delle rette e delle tasse universitarie. Spese che si registrano in costante aumento: l’O.N.F (Osservatorio Nazionale Federconsumatori) ha infatti calcolato che la spesa complessiva per il corredo scolastico è in media di 533 euro. Mentre per libri e dizionari le famiglie degli studenti pagheranno circa 470 euro, in aumento del 3% rispetto allo scorso anno.

OF Osservatorio finanziario ha esaminato le offerte di prestiti per la scuola e per l’università attualmente attive presso le principali banche italiane.

Per la scuola


L’Offerta Prestito Scuola di UBI Banca è pensata per finanziare le spese scolastiche dei ragazzi tra i 6 e i 25 anni. L’importo richiedibile è compreso tra i 2.000 e i 3.000 euro mentre la durata può arrivare a un massimo di 18 mesi. Il Tan fisso è pari al 2,90%. Così, ipotizzando una richiesta di 2.500 euro, il rimborso può avvenire in 18 rate mensili da 143,50 euro, per un totale dovuto di 2.585,22 euro e un Taeg del 5,91%.

Si focalizza sull’acquisto del materiale scolastico il prestito Libri e Pc di BPER Banca, riservato agli studenti di scuole primarie, secondarie e università. L’importo è di minimo di 300 euro e massimo 1.500 euro, per una durata fissa di 12 mesi senza spese di istruttoria e con Tan 0%. Prendendo ad esempio un finanziamento da 1.000 euro e piano di rimborso di 12 mesi le rate sono pari a 83,33 euro, il Taeg è 0,502% e il totale da restituire pari a 1.000,90 euro.

A livello locale, invece, Banca di Cividale, che opera in Friuli Venezia Giulia e in Veneto, propone un pacchetto denominato “Civiprestito scuola + sport”. Si tratta di un prestito con importo fisso di 1.000 euro e durata 8 mesi a tasso zero. Finalizzato non solo all’acquisto di materiale scolastico e al pagamento delle spese di iscrizione, ma anche per sostenere attività sportive.

Anche tra le offerte delle finanziarie è possibile trovare soluzioni per affrontare il nuovo anno scolastico. Agos, ad esempio, ha a catalogo Studi e Università per somme comprese tra 500 e 30.000 euro e durata da 12 a 120 mesi. Nel caso ipotetico di una richiesta da 3.000 euro da restituire in 18 mesi il Tan è del 5,90% mentre il Taeg del 6,07%, per rate mensili da 174,56 euro.

Findomestic, invece, propone un prestito personale online per corsi, scuola e università per somme da 1.000 a 60.000 euro. Sempre prendendo ad esempio una richiesta da 3.000 euro con durata 18 mesi il Tan è del 6,51%, il Taeg del 6,71% e le rate sono pari a 175,40 euro.

Per l’università


Oltre ad alcune delle offerte sopra citate, valide anche per le spese universitarie, tra i prodotti attualmente proposti vi è per Merito di Intesa Sanpaolo. Si tratta di un finanziamento dedicato a tutti gli studenti che frequentano le Università Italiane, senza garanzie personali o familiari.
Funziona in questo modo: tutti gli universitari possono richiedere online un prestito a tasso fisso del 2%, con una linea di fido che cresce progressivamente a patto che si mantenga un ritmo di studi di almeno venti crediti (2/3 degli esami) al semestre. Per gli studenti in sede è accordato un importo annuo di 3.000 euro annui, quindi 9.000 euro per il corso triennale e 15.000 euro per il corso quinquennale.
Per gli studenti fuori sede il prestito è di 5.000 euro annui per far fronte allee maggiori spese di residenza, quindi 15.000 per il corso triennale e 25.000 per il corso quinquennale.

La durata massima del piano è 30 anni, con possibilità di rimborsare l’importo utilizzato dopo due anni dalla fine degli studi.

Per affrontare le spese per la formazione post-universitaria UniCredit mette a disposizione UniCredit Express Master, prestito personale da 2.000 a 15.000 euro e durata minima di 18 e massima di 96 mesi. Il Tan fisso è del 9,40% e per i primi tre anni è possibile pagare solo gli interessi.

Ipotizzando una richiesta da 2.000 euro con durata 18 mesi le rate ammontano a 119,56 euro mentre il Taeg è dell’11,34%.

BNL BNP Paribas, che da giugno 2019 ha aggiornato la sua gamma prestiti, ha attivato un’offerta su BNL Futuriamo dedicato ai giovani che hanno necessità di finanziare studi come percorsi universitari, Erasmus o corsi all’estero, corsi di lingua, master post-laurea ed executive master.

Si può richiedere da un minimo di 5.000 a un massimo di 50.000 euro e per sottoscrizioni entro il 31 ottobre 2019, è previsto un Taeg fisso promozionale del 2,88%.
L’iniziativa è dedicata a chi sceglie l’opzione di preammortamento dilazionato. Prendendo ad esempio una richiesta da 25.000 euro, lo studente non paga le rate per i primi 36 mesi mentre per le successive 84 ammontano a 357,82 euro. Il Tan fisso è del 2,99%.

© OF Osservatorio Finanziario – riproduzione riservata

Leggi Anche:


Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Leggi Privacy Policy.

Visita il sito